Una fiaba per una buona causa

Una fiaba per una buona causa.

Annunci

Classicini

Nasce una nuova collana di classici presentata per i lettori più giovani puntando sul valore sempre nuovo delle storie classiche.

Storie grandi, grandissime, maestose racchiuse per la prima volta in volumetti leggeri, scanzonati e soprattutto di prezzo contenuto.
Da portarsi in tasca o da tenere sotto il cuscino, da leggere e rileggere e anche da stroppicciare un pò, perchè da piccoli le parole è bello toccarle.
Nè riassunti nè riduzioni, ma storie, che scendono dagli scaffali più alti e impegnativi da raggiungere, per lasciarsi afferrare anche da chi ha mani piccole e tanta voglia di sognare.
Alcuni titoli sono:
L’isola del tesoro, Piccole donne, Piccole donne crescono, Il giro del mondo in 80 giorni, Zanna bianca, Robin Hood, Il viaggio di Gulliver.

Guendalina Loi

maf

Ciao, sono Guendalina Loi, mi piace molto leggere, difficilmente mi addormento senza aver letto qualche pagina. Penso di poter dire di aver letto un pò di tutto anche se, purtroppo, di alcuni libri mi sono dimenticata il contenuto, ma sicuramente le emozioni che mi hanno trasmesso mi hanno aiutata a diventare quella che sono .

Non leggo certo per passare il tempo, ne ho così poco, ma per la magia che crea il libro, per il sottile filo che mi lega alla vicenda e ai personaggi.

Un libro è come un amico che ti tiene compagnia, finire di leggerlo è come venire abbandonati e per un attimo trovarsi soli, spaesati…

Appena finisco un libro ho bisogno di iniziarne un altro, mi piace avere nuovi amici……

Come si evince, il mio Hobby principale è la lettura, soprattutto sono interessata a tutto ciò che riguarda la mia città; a tal proposito colleziono libri fotografici di Torino.
Seguo con estremo interesse lo sviluppo culturale che negli ultimi anni ha caratterizzato Torino, facendone un centro di interesse europeo in tutti i campi artistici.
In quanto titolare della Carta Musei sono un’assidua frequentatrice di manifestazioni e mostre.

Amo inoltre andare alla scoperta di luoghi caratteristici del Piemonte di cui apprezzo anche le ricchezze sia culturali che enogastonomiche.

kamishibai

kamishibai

Kamishibai ” dramma di carta” è una forma di narrazione che ha avuto origine nei templi buddisti nel Giapponedel XII secolo, dove i monaci lo usavano per narrare delle storie dotate di insegnamenti morali.

Il periodo di massimo splendore si ha tra gli anni 1920 ed il 1950, dove il narratore si spostava da un villaggio all’altro. Questo era un modo per poter guadagnare piccole cifre in un periodo di forte depressione.

L’usanza del kamishibai è stata quasi del tutto soppiantata dall’arrivo della televisione negli anni ’50.

Da pochi anni l’uso di questa tecnica narrativa è stata rilanciata in Giappone e si sta diffondendo in tutto il mondo.

A proposito di lettura

Cesare-Pavese_a

Oggi  voglio condividere un bellissimo pensiero di Cesare Pavese:

” Leggendo non cerchiamo idee nuove,ma pensieri già da noi pensati, che acquistano sulla pagina un suggello di conferma. Ci colpiscono degli altri le parole che risuaonano in una zona già nostra-che già viviamo- e facendola vibrare ci permettono di cogliere nuovi spunti dentro di noi.”